THE DESIGN CAL: una passeggiata negli anni 80

Arriviamo agli anni 80, dove si impongono sul mercato due grandi marchi: Alessi e Memphis Group; uno capitanato da Alberto Alessi, che sceglie proprio Mendini come consulente; l’altro fondato da Ettore Sottsass. Queste due grandi realtà contribuiscono alla nascita di una serie di grandi progettisti e designers… In questo periodo il Made in Italy, si consacra anche a livello internazionale (come Driade e Baleri Italia)! é anche il momento della spettacolarizzazione delle aziende con cataloghi e pubblicità che diventano il loro biglietto da visita, come le pubblicità della Benetton di Oliviero Toscanini.

9 DICEMBRE 1984: BIRKIN BAG

Una borsa, e quale borsa… una Birkin! Lei la borsa iconica per antonomasia… Perche nel calendario dell’avvento? Perché anche questo è un pezzo di storia del design, anche la moda è una forma d’arte e una declinazione del design! Ma di questa borsa è simpatico l’aneddoto di come è nata… L’attrice Jane Birkin (alla quale è ispirata la borsa) raccontò alla giornalista Dana Thomas la propria versione: nel 1984, durante un volo da Parigi a Londra, dove viaggiava anche Jean-Louis Dumas, lo stilista di Hermès, lei aprì la sua borsa di Hermès dalla quale cadde una moltitudine di fogli e appunti. Dumas allora prese la sua borsa e gliela restituì qualche settimana dopo, con l’aggiunta di una tasca (che da allora divenne standard). Jane Birkin raccontò a Dumas la propria difficoltà di trovare una borsa per il week-end, che fosse allo stesso tempo femminile e comoda. Jean-Louis Dumas fu talmente ispirato dalla storia di Jane Birkin che chiese a Jane di descrivergli la borsa che le serviva. Jane gli disse che voleva una borsa più grande della Kelly, ma più piccola della valigia di Serge. Per rendere l’idea dei suoi pensieri in modo che Jean-Louis capisse i suoi desideri, voleva fare uno schizzo ma mancavano le materie prime sul volo – in questo caso la carta – così disegnò il primo schizzo di una Birkin su un sacchetto per il mal d’aria fornito sull’aereo. Dopo aver visto questo schizzo, Jean-Louis Dumas decise che avrebbe realizzato la Birkin Bag. In base alla descrizione del suo ideale di borsa, Dumas ne realizzò il prototipo e gliela fece arrivare a casa… Ma secondo voi, ci sono borse iconiche moderne che potete considerare dei pezzi di design, così come la mitica Birkin?

10 DICEMBRE 1984: CONICA

La caffettiera Conica venne disegnata da Aldo Rossi per Alessi; Made in Italy Caffettiera espresso “La Conica” di Alessi in acciaio inossidabile 18/10 lucido con il fondo in rame, composta da un cilindro, diviso in due parti, che ne costituisce il corpo, e da un cono ad esso sovrapposto come coperchio (da cui il nome) culminante in una piccola sfera. Disegnata tra il 1980 e il 1983, questa caffettiera nasce come evoluzione dell’operazione “Tea&Coffee Piazza”, che aveva visto grandi architetti impegnati sul tema della progettazione di un servizio per caffè e tè. “Tea&Coffee Piazza” è il nome del progetto varato nel 1979 da Alessandro Mendini direttore artistico di Officina Alessi, il quale ha voluto coinvolgere architetti di fama internazionale nell’ideazione di pezzi di un set da tè e da caffè. L’intento era quello di far sì che architetti di fama internazionale si impegnassero in una ricerca personale intorno ad oggetti di uso quotidiano, come con il Bauhaus. Tra i vari architetti spicca la figura di Aldo Rossi (1931-1997), uno dei maggiori architetti del novecento, primo vincitore italiano del Premio Pritzker, il Nobel per l’architettura. Questa una delle prime incursioni nel mondo del design di Aldo Rossi, che in realtà non finiscono qui e direi fortunatamente… E voi, cosa ne dite di queste commistioni tra architettura e design, funzionano? Sarebbero da riproporre?

11 DICEMBRE 1985: HIP-HOP

L’orologio Hip Hop venne creato dal gruppo Binda nel 1985 (in realtà Marcello ed il fratello Simone avevano sviluppato questa idea per un altro brand); è il primo orologio monoblocco con cassa integrata al cinturino in gomma e profumato, diventato uno dei simboli degli anni 80 e poi rilanciato nel 2010. Hip-Hop, come la rivale di quegli anni, che era Swatch, come altri oggetti simbolo di quegli anni, hanno un design riconoscibile, sono facilmente individuabili ed hanno dettato la moda di quegli anni, nonostante siano ricordati per i loro lineamenti e non per chi li ha creati… Quest’anno è stata lanciata una Hip-Hop Watches challenge, che aveva l’intento di sviluppare nuovi modelli e nuove idee, rimanendo sempre fedele alla filosofia Hip-Hop: cinturino intercambiabile, colorato (e ovviamente profumato), easy to wear, flessibile, dinamico e giovane… E in questa challenge si sono sbizzarriti molti personaggi famosi un po di tutti gli ambienti! Lo slogan del nuovo Hip-Hop cita una famosa frase di Picasso: “I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni”. la domanda che voglio girarvi è questa: ma degli oggetti di design che noi ricordiamo, quanti associamo a designers famosi? Quanti di questi oggetti sono diventati icone nonostante non ci sia dietro un nome che li connota in modo evidente? O meglio ancora, quanti sono diventati famosi nonostante i loro progettisti siano sconosciuti?

12 DICEMBRE 1985: BOLLITORE 9093

Nel 1985 Michael Graves disegna il bollitore 9093 per officine Alessi; per capirci, quello con l’uccellino rosso che twitta non appena l’acqua inizia a bollire… Anche lui assoldato da Alessandro Mendini per “Tea & Coffee Piazza”. Questo bollitore è generato da una grande contaminazione linguistica: ironia, un pò di Art Déco, suggestioni della Pop Art e dei cartoon. Il bollitore è realizzato in acciaio inox lucido, con forma troncoconica e manico circolare in tondino d’acciaio con salvamano in materiale plastico (PA) azzurro… E all’uscita dell’acque c’è lui, l’uccellino che fischia, pardon: twitta! che ne pensate di quest’oggetto, potrebbe far parte della vostra lista dei desideri?

Alla prossima decade…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...