Cesar Pelli, Maestro dei Record!

“La mia posizione è stata quella di un architetto moderno, ma senza dubbio, alcune delle idee che stavano sostenendo i postmoderni sono state per me estremamente preziose. Queste idee mi hanno attratto e mi hanno indotto alla sperimentazione” (Cesar Pelli)

Collana: I Maestri dell’Architettura
Cesar Pelli
Hachette

L’architetto Cesar Pelli nasce in Messico a San Miguel de in Argentina nel 1926. Qui sviluppa sin da piccolo l’interesse per le moderne costruzioni che stanno sempre più crescendo nella sua città natia e che ne stanno creando un nuovo volto, interesse che lo porterà a studiare architettura presso l’Universidad Nacional di Tucuman, dove si laurea nel 1949 e conoscerà anche l’amore; infatti, conoscerà quella che diventerà la sua futura moglie, la paesaggista Diana Balmorori, con la quale collaborerà tutta la vita nonostante la separazione dopo vari anni.

Grande idealista, vuole contribuire fin da subito al miglioramento della situazione urbanistica del’Argentina, al punto di accettare la direzione del design delle OFEMPE (organizzazione governativa che si occupa della costruzione di alloggi sociali a Tucuman).

Siamo nel 1952 e in questi anni di sempre più fiorente creatività, richiede ed ottiene una borsa di studio per l’università dell’Illinois, che gli consente il raggiungimento di un master in architettura molto prestigioso.

L’Illinois per Pelli è il trampolino di lancio per una carriera negli attesa al punto che viene preso nell’ombra tu diomedee di Eero Saarinen e qui vi lavora per ben 10 anni, collaborando a progetti di altissimo livello: il terminal TWA dell’aereo porto JFK di New York. Questi progetti gli permettono di ottenere meriti tali da conseguire la cittadinanza degli Stati Uniti nel 1964. Ed è sempre in questo periodo che comincia a sperimentare l’insegnamento, come docente di progettazione nella facoltà di architettura di Tucuman.

La sua carriera si sviluppa poi a Los Angeles, dove diventa direttore del design in un noto studio di Architettura e qui sviluppa la sua passione per il modernismo e postmodernismo. affianca sempre un percorso accademico dedicandosi all’insegnamento presso l’Università della California.

Proprio questi anni gli serviranno per fare il salto di qualità e nel 1977 apre uno studio di architettura indipendente “Cesar Pelli & Associated” a New Heaven e contemporaneamente diventa preside della facoltà di architettura di Yale. Nello studio ci sono anche la moglie e Fred C. Clarke, con i quali progettano opere che hanno come fine ultimo quello di rispettare l’ambiente, non scollegate dal mondo, ma con un inserimento armonico nel contesto e tessuto sociale. Grazie a questo approccio, le loro opere sono state ribattezzate come edifici “umani e cortesi”.

Da quel lontano 1977 ad oggi, il team è arrivato ad avere più di 100 tra architetti e designer (Pelli Clarke Pelli Architects), che proseguono la filosofia di Pelli, che ormai ha raggiunto ogni parte del mondo, dalla Cina , all’Europa, al Giappone… Tutte le opere che sono state progettate da questo incredibile Archistar (parolone con cui vengono identificati oggi i summa dell’architettura) hanno un fil rouge, la soluzione deve essere sostenibile il fine deve essere ili risparmio energetico:

“SE LA CITTà NON HA GUADAGNATO CON L’AGGIUNTA DI UNA NUOVA COSTRUZIONE, DOVREMMO SERIAMENTE RIDISCUTERE LA PROGETTAZIONE DELL’EDIFICIO STESSO, NON IMPORTA QUANTO SIA BELLO E TEORICAMENTE CORRETTO.”

Parole molto importanti e pesanti quelle pronunciate da questo uomo cosi geniale, che fanno capire quanto sia importante il mettersi sempre in discussione e l’ammettere i propri errori…Proprio questa sua passione e questo suo talento gli hanno permesso di essere insignito della medaglia d’oro dall’American Architect Institute e ha ricevuto una serie di lauree honoris causa.

Ma veniamo ai suoi lavori; l’elenco è lunghissimo e non basterebbe un articolo per poterli granulare ad uno ad uno; in fondo, trovate un elenco dettagliato con i collegamenti a wikipedia per poter andare a visitare quelle che desiderate.

Voglio però citare almeno quelle più significative, e probabilmente quelle per cui sarà sicuramente ricordato:

Petronas Twin Tower di Kuala Lampur (Malesia)

Edificio realizzato tra il 1992 ed il 1997, e conosciuto ai più per essere stato teatro di un film che era The Entrapment (film del 1999 con Sean Connery e Catherine Zeta-Jones), sono state l’edificio più alto del mondo dall’inaugurazione al 2004. Questi edifici incarnano a pieno la filosofia dell’architetto e mixano la leggerezza del vetro (32000 finestre in vetro stratificato) con la solidità della pietra e dell’acciaio inossidabile, creando un’architettura funzionale, moderna, elegante e leggera, ma con uno sguardo alla tradizione architettonica locale. Qui sotto trovate una selezione delle foto più belle che ho trovato in IG, che fanno capire i particolari della progettazione di questo Maestro.

Per onor di cronaca l’edificio è stato realizzato in collaborazione con l’architetto Djay Cerico, ma Pelli, che è rimasto fortemente affascinato dalla geometria delle costruzioni islamiche del luogo, ha voluto riportarle nelle sue costruzioni. La base dei due edifici sono due quadrati che formano una stella ad otto punte e che simboleggiano mondo materiale., salendo di piano in piano si uniscono otto semicerchi, che ammorbidiscono gli angoli, e simboleggiano la diffusione della religione islamica. L’insieme di questi due simboli rafforzano il significato di armonia, unità, stabilità e razionalità. Salendo si arriva ai 2 pennoni, sulla punta dei 2 grattacieli, che permettono di raggiungere i 451,9m, e che simboleggiano quelli delle moschee. Per Pelli è fondamentale elaborare un personale linguaggio, che si avvicini il più possibile al postmodernismo e che permette di creare un’opera che sia unica nel suo complesso.

Diamo un po di numeri:

  • altezza edificio 451,9 metri alla punta dei pennoni
  • altezza tetto 378,6 metri
  • 88 piani
  • 80 ascensori
  • 90 secondi per raggiungere la cima da terra con gli ascensori
  • 32000 finestre
  • 171 metri ponte skybridge che collega le 2 torri
  • 864 posti nel teatro della Malaysian Philarmonic Orchestra

Torre Uno è occupata dalla compagnia petrolifera Petronas; inoltre vi sono altre società che occupano questi uffici che ne danno lustro: IBM, Bloomberg, Microsoft.

Torre Unicredit e zona Garibaldi (Milano)

Nel 2003 viene lanciato un concorso per riprogettare e riqualificare l’area urbana del Nord di Milano, zona Garibaldi. parteciperanno in tantissimi nomi dell’architettura e la parte dedicata alle 3 torri di uffici, con complesso commerciale è aggiudicata da Cesar Pelli, il quale sostiene:“L’obiettivo è quello di riconnettere 3 aree cittadine rimaste a lungo divise, a causa del vuoto nel tessuto urbano creatosi negli anni 60 in seguito all’arretramento della stazione ferroviaria”. E così ha fatto!

Tutti gli edifici rimangono così collegati tra loro e con le zone circostanti… Arrivando a fondersi tra di loro ma mantenendo sempre ben chiara la loro funzione e rimanendo sempre circondati da una zona verdesche facesse da filtro! Non voglio entrare di più nel dettaglio per poterlo trattare a tempo debito… Ma qui sotto trovate una carrellata di immagini di piazza Gae Aulenti fatte da me al salone del mobile che vi danno l’idea di quello che è il sito progettato e pensato da questo grande Uomo!

ELENCO OPERE:

Vi lascio con una serie di foto fatte da veri fotografi che sono riusciti ad immortalare la poesia della Milano che sta rinascendo grazie a questo grande Maestro dell’architettura: Grazie CESAR PELLI! Grazie per l’umiltà che ci hai insegnato e per la grande eredità che ci hai lasciato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...